Istruttori

header chi siamo anpd Istruttori

Vivi imparando Fatti guidare dai maestri DOC

Corsi unici con gli insegnamenti preziosi di Eccellenze della pizza italiana che hanno raggiunto risultati straordinari.

Vivi imparando
Fatti guidare dai maestri DOC

Corsi unici con gli insegnamenti preziosi di Eccellenze della pizza italiana che hanno raggiunto risultati straordinari.

Docenti Masterclass

Piergiorgio Giorilli

Gabriele Bonci

Salvatore Lioniello

Raffaele Bonetta

Errico Porzio

Cristian Zaghini

Luca Pezzetta

Alessandro Lo Stocco

Daniele Ferrara

Valerio Iessi

Giuliano Pediconi

Isabella De Cham

Claudio Perrando

Jacopo Mercuro

Giuseppe Bove

Istruttori Team Accademia

Vincenzo Fotia

(Calabria)

Armando Scalella

(Molise)

Alessandro della Monica

(Campania)

Marco Iovane

(Campania)

Fabio Di Giovanni

(Campania)

Daniele Branca

(Brasile)

Carlo Fiamma

(Campania)

Antonio Fiorillo

(Campania)

Alessandro Servidio

(Emilia Romagna)

Nello Di Sevo

(Spagna)

Lorenzo Fortuna

(Calabria)

Luca Mendozza

(Lombardia)

Vincent Cavaleri - Accademia Nazionale Pizza DOC

Vincent Cavaleri

(Svezia)

AntonioMazza

Mauricio Dulanto
(Perù)

Docenti Business e Tecnologia

Francesco Attanasio

Antonella Amodio

Alfonso Del Forno

Veronica Gentili

Luca La Mesa

Gian Andrea Squadrilli

Translate

Piergiorgio Giorilli

Nel settore da oltre 50 anni, Piergiorgio Giorilli inizia la sua carriera nel forno di famiglia, per diventare poi “l’essenza della panificazione italiana”. Nel corso degli anni ha ricevuto molti riconoscimenti in Italia e all’estero, il primo nel 1986, quando è stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana e l’anno successivo Maestro Panificatore nelle Scuole Professionali. 

Nel 1994, Piergiorgio Giorilli si aggiudica il secondo posto individuali mondiali, allenando poi le squadre nazionali, che portano a casa due vittorie importanti: nel 1995 a Nantes in Francia e nel 2002 a Bulle in Svizzera. Non solo docente, il Maestro Giorilli è anche coautore e autore di diversi libri sulla panificazione ed è fondatore e presidente onorario del Richemont-Club Internazionale. 

Da oltre 20 anni trasmette la sua esperienza pluriennale ai corsisti di ogni posto nel mondo, ed suoi corsi spaziano dal campo della panificazione ai lievitati, con proposte alternative ed innovative sia nel dolce che nel salato. Il Maestro Piergiorgio Giorilli è tra i docenti di riferimento per i corsi dell'Accademia Nazionale Pizza DOC.

Gabriele Bonci

Master Istruttore Pizza Romana

Classe 1977, Gabriele Bonci sin da piccolo ha amato il mondo della panificazione. Iniziano così i suoi studi alberghieri e la gavetta in alcuni tra i migliori ristoranti di Roma, fino ad ottenere “due forchette” del Gambero Rosso con 81 punti.

Nel 2003 apre Pizzarium e iniziò a proporre una pizza in teglia diversa da quella tradizionale: la sua era una pizza alta, alveolata, con ingredienti nobili, mentre quella che tutti volevano era bassa e croccante. 

Ma, la ricetta di Bonci trovò grande approvazione da parte del pubblico, un consenso che lo porta ad aprire il primo Panificio nel 2012, un terzo punto vendita nel 2016  ed un corner all’interno del Mercato Centrale di Roma. 

Un lavoro fatto di passione e ricerca, in questi anni ha realizzato la sua ricetta di pizza romana, sperimentando farine biologiche e fresche, ricche di germe e fibra, rigorosamente macinate con pietra naturale. 

Nel 2017 la pizza di Bonci arriva oltreoceano, negli Stati Uniti, aprendo il suo primo punto vendita a Chicago. Un successo talmente grande che,  nel giro di pochi mesi, lo portò ad aprire anche il secondo punto vendita, sempre a Chicago, e nel 2019 a New Orleans. 

Il grande pubblico lo conosce  per la sua partecipazione a “La Prova del Cuoco”  su Rai Uno e da qualche anno come protagonista di “Pizza Hero” in onda su Nove. 

Oggi, Gabriele Bonci non è solo “er meglio” della pizza al taglio, ma uno dei migliori panificatori d’Italia.

Salvatore Lioniello

Nasce a Marcianise nel 1987, Salvatore Lioniello si è avvicinato al mondo della pizza all’età di 14 anni, nella sua Orta di Atella.

Ogni giorno, insieme a suo fratello Michele, si impegna a portare avanti il progetto di suo padre, che prima si chiamava Pizzeria Paradise, ed ora “Da Lioniello”.

Ha costruito da solo il forno, perché prima di diventare il pizzaiolo con il cappello e creatore della “diversamente napoletana” si occupava di questo, per poi imbattersi completamente nello studio degli impasti e delle farine.

È stato premiato al mondiale di Parma nel 2014 per la miglior pizza in teglia e, successivamente, al Mondiale di Napoli è stato eletto il migliore al mondo per la pizza senza glutine.

A Succivo apre ora la sua Pizzeria Da Lioniello e continua a divulgare i segreti della sua “diversamente napoletana”, in Italia e nel mondo,  con l’Accademia Nazionale Pizza Doc.

Raffaele Bonetta

Grazie alla passione per la biologia, alla  continua ricerca di conoscenza e aggiornamento che gli ha fornito gli strumenti per approfondire gli studi sui lievitati, che oggi si ritrova ad essere un pizzaiolo esperto in metodologie e tecniche di impasti come pochi altri.

Raffaele studia i meccanismi cellulari e molecolari, i processi chimici e fisici dei lieviti e delle farine, la genetica, lo sviluppo e l’evoluzione delle fermentazioni, le maturazioni degli impasti e dei batteri.

Studia  tecniche di alta cucina e di abbinamenti degli ingredienti per creare armonie, raggiunte sempre con l’approccio scientifico che parte dalla scelta della materia, attraversa le leggi della termodinamica e termina con la fisiologia del gusto.

È grazie alla scuola alberghiera che Raffaele Bonetta ha intuito la strada da seguire, comprendendo che poteva coltivare il suo interesse per la biologia anche studiando tecniche nuove e tradizionali di panificazione, scoprendo così che la “magia” del processo di lievitazione si basa su studio e conoscenza, e che la passione da sola non basta per ottenere un risultato eccellente.

Oggi oltre a preparare le pizze per la sua pizzeria, Raffaele è un docente dell’Accademia Nazionale PIZZA DOC da giugno 2018, dove i suoi corsi sulle tecniche avanzate di preparazione della pizza contemporanea sono sempre sold out.

L’ impasto di Raffaele Bonetta è sinonimo di leggerezza e le sue pizze raggiungono il massimo del connubio tra digeribilità ed equilibrio dei sapori e rappresentano l’espressione alta della Pizza Contemporanea.

Errico Porzio

Errico Porzio, Maestro pizzaiolo, è uno dei più famosi e influencer pizzaioli di Napoli e non solo! Benché sia giovane ha alle spalle una lunga carriera, discendente da un'antica e storica famiglia di pizzaioli napoletani che già cinquanta anni fa faceva la differenza tra le pizzerie partenopee. Dinamico, lungimirante e pizzaiolo del popolo è diventato una star del web. Ha coniugato il suo legame con le sue origini con la  ricerca per l’innovazione nel suo lavoro creando il suo modo di fare la pizza unico e creativo rendendo uniche le sue pizze. Errico ha creato un nuovo format della pizza napoletana, che deve essere sempre originale e fantasiosa. Il suo motto, infatti, è #SaddaSapèFà, ovvero abbinare il rispetto per la tradizione con la continua ricerca dell’innovazione. Dalla storica  pizzeria di Soccavo, Porzio ne ha aperte tante  a Napoli: al Vomero,  Aversa e poi a Salerno, Roma. Errico Porzio non si dedica solo alle pizzerie, nonostante tutti i suoi impegni, è istruttore dal 2022 presso l’ Accademia Nazionale pizza Doc,  è qui che ama divulgare il suo sapere su impasti e farciture, è qui che forma tanti giovani e non che vogliono migliorarsi nel campo dell’arte bianca. Insegna come fare la pizza a casa nel proprio forno domestico nel nostro form PizzaA Casa. #ImitateMaNonCopitate# altro motto di Errico che induce tutti alla formazione, innovazione e confronto!

Cristian Zaghini

Classe 1974, si avvicina al mondo della pizza a soli 14 anni trasformando la sua passione in lavoro grazie agli insegnamenti di grandi maestri, solo per citarne alcuni Rolando Morandin, Ezio Marinato, Piergiorgio Giorilli .

Ha iniziato a lavorare come apprendista pizzaiolo vicino al suo paese, a Salara, e a partire dal 1992 come primo pizzaiolo in importanti ristoranti e pizzerie della Riviera Romagnola.

La sua passione e il suo desiderio della  ricerca della perfezione negli impasti lo hanno spinto a studiare tutto ciò che riguarda la farina e i lieviti, e nel  1999, insieme ad altri tre colleghi, ha dato vita ad una associazione di formazione ed eventi nel Riminese.

Dopo anni come docente e varie esperienze lavorative in diverse pizzerie, nel 2004 entra a far parte dell’equipe di una nota azienda molitoria, dove si specializza come tecnico e diventa trainer presso una delle scuole più importanti per pizza, sulle tecniche di impasti diretti, indiretti e con il lievito madre. Contemporaneamente dà vita alla propria azienda, che offre in Italia e all’estero consulenza, affiancamento e formazione professionale aziendale.  Collabora con l’accademia dal 2019.

Luca Pezzetta

Luca è figlio d’arte, la sua è una famiglia di ristoratori da generazioni, a partire dal nonno. D’estate quando la scuola era chiusa andava a dare una mano nel ristorante di famiglia, spinto dalla necessità di dover aiutare il padre. 

Da sempre una smodata passione per la panificazione. Dopo aver perfezionato tecniche, imparato a valorizzare prodotti territoriali e a gestire diversi tipi di impasti è uno dei nomi emergenti nel settore per la pizza in teglia e padellino.

La sua creazione è l 'Antifocaccia, sembra una focaccia ma tecnicamente non lo è: a differenza della classica preparazione, morbida e alta, questa è infatti croccante all’esterno e vuota all’interno.

Alessandro Lo Stocco

Cresciuto a Fondi, un paese al centro tra Roma e Napoli e con l’interesse fin da piccolo della cucina, inizia la sua formazione in istituto alberghiero di giorno e pizzeria di sera.
Successivamente si trasferisce per un periodo di vita a New York per amplificare la sua formazione internazionale.
Tutta la conoscenza maturata lo porta a capire che la panificazione non è solo tecnica ma un’espressione della cultura popolare dei territori italiani e delle regioni del mondo e in quest'ottica immagina il suo futuro con una visione di pizza che racchiude le conoscenze dei panificatori nel mondo.
E così Alessandro Lo Stocco, il Consulente della pizza, vanta un’esperienza ventennale nel mondo internazionale nell’arte bianca collaborando insieme alle più importanti aziende nel mondo della bakery.
Autore del libro “La Nuova Pizza Croccante” (Italian Gourmet), inserito tra i migliori 5 libri di pizza al mondo, la sua mission è quella di trasmettere conoscenza e passione passando dalle sue docenze in Alma, “Scuola Internazionale di Cucina Italiana” fino ad arrivare nelle maggiori scuole culinarie nel mondo.
Con i suoi prodotti iconici come la Pizza “Supercrust” (TuttaCrosta) insieme al tegamino con sourdough, una frase identifica da tempo il mondo professionale di Alex insieme al suo personale modo di vedere la pizza in tutte le sue versioni: “Il Futuro è Croccante®”. Un concetto che diventa una direzione, un obiettivo che racchiude la continua voglia di scoprire o conoscere “nuovi mondi” e nuove tecniche di lavorazione che faranno parte del “suo futuro”.

Daniele Ferrara

Daniele, innamoratosi della pizza napoletana fin dalle tenera età. A 7 anni lo troviamo aggirarsi curioso dietro il bancone della pizzeria di suo padre: quel mondo fatto di acqua e farina lo attrae e quel lavoro paziente che trasforma un panetto in pura arte lo affascina a tal punto da ritagliarsi già da adolescente un posto su quel bancone che da bambino guardava come fosse la vetta della sua montagna da scalare. 

A 28 anni, poi, la decisione di varcare i confini regionali in cerca di nuovi stimoli. 

L'ascesa che lo vede imporsi nel panorama milanese e nazionale è ormai conosciuta ai più: dalla menzione su IOEMARGHERITA a pochi mesi dal suo arrivo, fino al progetto della Pizzeria P. A Lissone, Daniele fa il pieno di riconoscimenti, arrivando in finale nel Campionato Nazionale della Pizza di Dissapore e posizionandosi al secondo posto, superato in finale da Maestri come Lioniello e Martucci. 

E adesso, forte di questo prestigioso risultato, Daniele è finalmente pronto per un progetto tutto suo a fianco dell'amico di sempre Valerio lessi.

Valerio Iessi

Valerio lessi è nato a Vico Equense, e tanto è bastato per far di lui un appassionato della pizza, seppur con una diversa declinazione. Vico Equense è infatti il luogo di culto per gli amanti di quella pizza famosa per la sua stesura in lunghezza, la cosiddetta "pizza a metro" che, grazie all'Università della Pizza, è divenuta famosa in tutto il mondo. 

Era alto meno di un metro, il piccolo Valerio, che già tirava la mano di suo padre affinché in pizzeria lo sollevasse permettendogli così di vedere cosa i pizzaioli facessero su quel bancone pieno di candida farina. 

Il suo interesse per la panificazione veniva poi alimentato dal fatto che vivere a Vico Equense vuol dire crescere in un paese in cui avere il forno a legna in casa ha lo stesso valore dell'avere l'acqua corrente: lì tutti i giorni pari si impastava e si accendeva il forno per cuocere pane e pizze. Insomma, la farina gli entra nel sangue. 

Valerio cresce inseguendo un unico amore: la pizza. Quella magia che lo ha ammaliato da piccolo ha continuato ad essere per lui come il canto delle sirene a cui Valerio ha prestato orecchio approdando, oggi, a lavorare fianco a fianco col suo amico Daniele Ferrara.

Giuliano Pediconi

Giuliano Pediconi nasce il 13/02/1965 a Chiaravalle (Ancona), nel cuore dell’entroterra marchigiana.
Docente di panificazione e profondo amante dell’arte bianca, guidato dalla forte passione di riavvicinare l’artigiano alla materia prima, in quanto viva e unica: è questa una delle più grandi sfide della panificazione di oggi.

Una filosofia professionale iniziata nell’84, ma diventata anche filosofia di vita, che oggi attivamente condivide prestando consulenze per realtà sia a carattere nazionale ed internazionale.

Dal 2007 è anche tecnico di laboratorio del Molino Paolo Mariani, con cui collabora e sviluppa progetti innovativi finalizzati al rispetto della biodiversità del grano, da sempre appartenente al nostro patrimonio alimentare italiano.

La panificazione è, dunque, espressione di cultura, identità territoriale, storia, conoscenza e stupore che si rinnova ad ogni impasto.

Finalmente l’artigiano diventa protagonista della propria storia e impara a conoscere nuovamente la materia prima, e con essa, riscopre anche sé stesso.

Una storia personale iniziata con il ricordo “del profumo del forno vicino a casa” e divenuta scintilla di vita.

“Il contadino in sogno mi ha parlato: fatti il pane,
io non ti nutro più, scava la terra e semina,
Ho capito che sono fortunato
E che nel mondo dove siamo,
nessuno può farsi vanto di far a meno degli uomini;
e da quel giorno tutti li ho amati”.
Sully Prudhomme

Isabella De Cham

Nata e cresciuta nel quartiere Sanità, Isabella ha iniziato il suo viaggio nella ristorazione da giovanissima, muovendosi tra i tavoli e i banchi da lavoro dei big dell’arte bianca.

Esperienze al fianco dei big della pizza fritta napoletana, prima con Sorbillo da Zia Esterina, poi alla Masardona e con Ciro Oliva da Concettina ai Tre Santi, dove in passato ha lavorato come cameriera rubando con gli occhi i segreti del mestiere.

Fino all'incontro con Vincenzo Durante, deciso a scommettere su una delle tradizioni immortali di Napoli, prima ancora che il boom dello street food portasse alla ribalta l'ormai onnipresente cibo di strada ovvero la pizza fritta.

Alla fine del 2015 dietro al banco arriva Isabella, comincia in sordina, ma nel giro di un anno le sue pizze fritte parlano per lei. E si consolida la sua fama, dentro e fuori città aprendo e gestendo con il proprio team prima tutto al femminile locali in campania e nelle baleari.

Isabella De Cham è incoronata reginetta della pizza fritta.Sono cresciuta qui, nella Sanità. Spesso mi chiedono se De Cham è un nome d’arte. Nel quartiere mi conoscono fin da quando ero ragazzina, no De Cham è il mio vero cognome. Infatti discendo da una famiglia francese, perché Napoli è stata per secoli una capitale europea ed è tuttora un crogiolo di nazionalità.

Una delle sue frasi iconiche è: Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo. Uno staff nato tutto al femminile. “L’orgoglio più grande è aver dato alle donne la possibilità di lavorare in un mondo fatto di uomini. Nel mio ristorante alla Sanità siamo partite con uno staff tutto al femminile, insieme alle mie amiche di una vita stiamo portando avanti questo grande progetto

Claudio Perrando

Claudio Perrando, one of the most famous artisan bakers in the world, born in Germany but with strong roots in Italy. Known in the world of baking, as "The baker who puts more water in bread than flour", he has shown us, in his 20 years of activity, that there are no limits in baking any kind of bread!

His work was always a challenge to himself, being a perfectionist by nature! Even when a bread turns out perfect, he wants to make it better!

He is a master in open crumb handling highly hydrated dough, more than 110% hydration, with different technique like "opening the dough in water", for example, . It is also a master in open crumb even for heavy doughs such as Panetone and Colomba.

In recent years he has taught all over the world, having many students who now apply his knowledge to their work. All his work is now gathered in his own school opened this year in April in Romania-Europe

Vincenzo Fotia

Si definisce l’artigiano della pizza. Vincenzo Fotia è un calabrese verace, cresciuto ed affermatosi nella sua Siderno, dove ha intrapreso il percorso di pizzaiolo. 

Inizia la sua gavetta con le mani in pasta, i primi errori e poi la decisione di far diventare questa passione il suo lavoro. Da qui una serie di eventi che si susseguono ed in cui vive momenti di crescita e grande formazione. 

Si avvicina all’Accademia Nazionale Pizza DOC, della quale oggi è Responsabile per la Regione Calabria e Maestro Istruttore. 

Il claim del suo brand “L'artigiano della pizza” sposa perfettamente il suo lavoro giornaliero: ogni pizza di Vincenzo Fotia mantiene forte il sapore della tradizione, che si mescola con un topping  innovativo e contemporaneo.

La sua passione per il “senza glutine”  lo premia vicecampione del Mondo, per la categoria “pizza senza glutine”, ottenendo l’ambito riconoscimento nel corso della XVII edizione del premio “Caputo”,  il vero, originale, campionato mondiale del pizzaiuolo.

Armando Scalella

Annata 1997

Pizzaiolo, consulente e formatore nel campo ristorativo.

Di origine molisano , ha conseguito i suoi studi all’alberghiero di Termoli. Già durante il periodo scolastico l'alberghiero ha fatto esperienze nella ristorazioni potendo mettersi alla prova nelle varie tecniche di preparazioni per la cucina e i vari impasti.

Ha proseguito con esperienze in macellerie per imparare sul posto i vari tagli di carni e le diverse lavorazioni. Sempre alla ricerca di conoscenza e miglioramento ha avuto esperienza come sushiman in una delle prestigiose accademie giapponese a Roma.

Sempre a Roma ha lavorato in pizzerie di livello e panifici per affinare l'arte della panificazione.

Non manca l’esperienza in pasticcerie per approfondire e affinare l'arte dei grandi lievitati .

Esperienze che hanno contribuito a formare un professionista con conoscenze diversificate con capacità di riconoscere e lavorare in modo da esaltare la materia prima.

Nel febbraio del 2020 investe nella formazioni dell’ arte bianca presso l'accademia nazionale Pizza doc. Appassionato e con tanta dedizione e lavoro diviene il coordinatore della formazione online, Istruttore di corsi base e di corsi di specializzazione. 

"Amo questo lavoro, tutto ciò che ha che fare con il cibo mi affascina dalla parte più tecnica alla più piccola, la tecnica è fondamentale per la costruzione di un professionista senza punti deboli ".

Alessandro della Monica

Classe 1996

Di origine salernitana da sempre appassionato di ristorazione. Conseguito gli studi all’istituto alberghiero, sin da piccolo ha iniziato a collaborare nel ristorante di famiglia appassionandosi all’arte bianca.  

Preciso e perfezionista ha investito nella formazione seguendo tutti i corsi di grandi professionisti della Accademia Nazionale Pizza Doc. 

Specializzato in pizza contemporanea, pizza in pala, pizza in teglia e pizza classica.

Dopo un percorso formativo all’interno dell’Accademia è divenuto un formatore della stessa essendo ora un punto di riferimento per i corsi base e per i corsi di specializzazione. 

Inoltre è assistente per le nostre Masterclass dell’Accademia con tutti i nostri Grandi Maestri dell’Accademia

Per Alessandro formarsi è importante, non si finisce mai di imparare trasferendo a tutti la sua passione per l’arte di fare la pizza.

Marco Iovane

Marco Iovane, giovane imprenditore della ristorazione. Con dedizione e abnegazione per il suo lavoro, gestisce la sua pizzeria in provincia di Napoli dove con i suoi prodotti di eccellenza non si può scegliere dalla pizza contemporanea alla pizza in teglia per il panuozzo di “gragnano” tutti prodotti di grande qualità. Nel 2018 iniziato seguendo i corsi di formazione professionale presso l’Accademia nazionale pizza Doc, per diventare uno dei nostri punti di riferimento come istruttore sia per chi ha desiderio di imparare l’arte bianca sia per i nostri corsi personalizzati sugli impasti per la pizza in teglia, la pizza in pala, la pizza contemporanea, per i fritti classici napoletani.

Possiamo dire che Marco è un ragazzo giovane che continua a formarsi e a formare pizzaioli.

Fabio di Giovanni

Figlio di Ristoratori, sin da piccolo trascorreva le sue giornate nel ristorante del nonno. Proprio lì, per gioco, ha iniziato a mettere le mani in pasta, ad essere inebriato dagli odori della cucina, ha capito che era quella la sua strada: prima nel locale di famiglia e poi nel proprio, aprendo una pizzeria nel cuore di Salerno dopo esperienze all’estero con culture diverse, come Inghilterra, Germania, America, Svezia, Austria, Giappone, Specializzato nella pizza contemporanea, attento alla scelta delle materie prime e alla loro gestione e conservazione, Fabio trasferisce la sua passione ai tutti coloro che si avvicinano al mondo dell’arte bianca che vogliono imparare, approfondire nuove tecniche la sua passione.

E’ un Istruttore dell’accademia di Pizza doc sin dal 2017 e punto di riferimento della nostra scuola.

Daniele Branca

Nasceu em Salerno no 1982 com formação hoteleira, começou a trabalhar no setor depois de concluir seus estudos em vários lugares da província

Em 2005 encontrou a oportunidade de ir ao Brasil e de lá começou uma jornada árdua no mundo da pizza. Com sua própria pizzaria, ele sempre tenta trazer pro alto Made in ITALY usando produtos italianos autênticos.

Com uma pizza contemporânea ele revolucionou um pouco o que era o conceito de pizza no Brasil.

Participou em vários campeonatos nacionais e internacionais. A última em Salerno (campeonato nacional de pizza doc) o levou ao pódio com um terceiro lugar no Pizza doc na categoria mundial.

Hoje ele representa a academia doc pizza no Brasil e professor instrutor, organizando cursos presenciais e online.

Carlo Fiamma

Master Istruttore Pizza

Classe ‘88, corbarese di origine e a Tramonti per adozione, Carlo Fiamma è uno che negli anni ha saputo avvicinarsi gradualmente agli impasti, ampliando la sua cultura ed accrescendo il suo bagaglio professionale.

Ha iniziato a 13 anni in una pizzeria vicino casa a Corbara, prima come aiutante e poi come pizzaiolo per ben 10 anni. Le sue esperienze continuano a Roma,  in un ristorante e pizzeria napoletana all’interno di un centro commerciale, dove iniziò ad approcciare con la vera pizza napoletana. 

Ritorna nella sua città d’origine e con un grande progetto insieme all’imprenditore Gianluca d’Uva che prende il nome de “Il Piennolo”

Attualmente sfoggia le sue abilità deliziando i palati nel borgo costiero di Cetara ed è tra i primi ad aver portato la pizza contemporanea in Costiera Amalfitana, sull’onda dell’innovazione e a seguito di un processo graduale di scoperta da parte sua di questo patrimonio gastronomico.     

La pizza di Fiamma è un disco di pasta con un cornicione pronunciato e caratterizzato da un canotto alveolato che ne denota l’attenzione durante la fase di preparazione.

Antonio Fiorillo

Antonio, di origine salernitana, pizzaiolo acrobatico pluripremiato con esperienza ventennale nella ristorazione. 

Sin da subito ha capito di dover creare il proprio impasto e il proprio concetto di pizza facendo esperimenti e formandosi presso scuole per pizzaioli. 

Per Antonio è fondamentale la lievitazione per creare un prodotto di alta digeribilità, la scelta di diverse farine per creare l’unicità dei prodotti abbinati a farciture dove i protagonisti sono i prodotti locali campani.

E’ giudice di gara per il campionato Nazionale Pizza Doc per le categorie di abilità  e istruttore dell’Accademia pizza DOc per tutti i corsi personalizzati per chi vuole crescere nell’ambito dell’arte bianca e corsi di specializzazione soprattutto per la pizza contemporanea.

Alessandro Servidio

Giovane imprenditore dell’arte bianca di orgine campana, Alessandro  può essere considerato una vera e propria web star, è stato definito dai media “il ragazzo che ha insegnato a tutta Italia a fare la pizza“. 

In occasione del primo lockdown il suo video tutorial sulla preparazione della pizza casalinga ha conquistato ben 13 milioni di visualizzazioni

Il suo stile in cucina è il  giusto equilibrio tra il rispetto delle tradizioni e il futuro. I riconoscimenti non sono mancati: tra questi spiccano nel 2021 il Premio la Fescina e il Pizza DOC Award, equivalente all’Oscar della Pizza.

Fa parte della nostra grande famiglia con i corsi rivolti agli amatori e non solo proprio per il suo modo di comunicare alla grande platea il suo amore per la pizza.

Nello di Sevo

Nello di Sevo nasce nel maggio 1993 nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, immerso tra campi di grano e masserie di bufali.  La vigna, le olive,  il pane e la cucina della nonna  sono le sue passioni, nel rispetto delle tradizioni e delle materie prime.

Parallelamente agli studi, inizia la sua carriera professionale nelle migliori cucine della costiera cilentana e amalfitana, dove ha la fortuna di incrociarsi con il Maestro Franco Pepe e si innamora del suo concetto di pizza. La sua passione e l'irrefrenabile voglia di imparare e formarsi lo portano a viaggiare e ad apprendere diversi stili di cucina, senza mai tralasciare la sua passione per le fermentazioni e i lievitati. Nel 2015 approda a Tenerife dove collabora con aziende locali per promuovere l'ambiente rurale canario e inizia il suo percorso con Accademia pizza doc. Negli anni tra il 2016 e il 2020 riceve diversi riconoscimenti per il suo lavoro e riesce a ritagliarsi un piccolo posto nel panorama gastronomico spagnolo e internazionale. 

Ad oggi è il referente dell'Accademia Nazionele PizzaDoc per i corsi in lingua spagnola, cosi in Spagna come in America Latina.

Lorenzo Fortuna

PizzaChef

Classe 1976, nato a Chicago da genitori italiani, anche loro chef di importanti strutture ristorative in USA. In poche parole la ristorazione è nel DNA di Lorenzo. Ritornato in Italia, da giovanissimo coltiva la passione per la cucina, la gelateria e la sala, spingendolo a studiare e formarsi. Il papà di Lorenzo, nel 1992 apre "Number One" ristorante pizzeria, che diventa un occasione per lavorare in un ambiente familiare e professionale.

Lorenzo Fortuna continua il suo percorso formativo con i grandi del mondo della panificazione, lievitati e della cucina italiana, come Marco Montuori, Luigi Conti, Antonio Chiera, Antonino Cannavacciuolo, Marco Pirotta, Gabriele Bonci è il grande maestro Piergiorgio Giorilli.

Sarà il primo in Calabria a portare il concetto di Pinsa romana certificata, riscuotendo un notevole successo. Nel 2014, a Roma, vince il Pizza Award che gli darà grande successo tra i pizzaioli italiani. Lorenzo inizia a stravolgere il concetto classico di "pizza" unendo anche i sapori ed i gusti della cucina e l'arte da chef. Nel 2017 apre "Number One da Lorenzo" a Rende (CS), con l'obiettivo di garantire a tavola, prodotti di grande qualità. Solo grazie alla formazione ed all'esperienza, Lorenzo ha raggiunto il "suo concetto di pizza e di pinsa", croccante al punto giusto, unendo un mix di ingredienti che rendono una cena al Number One, una vera esperienza culinaria. Nel 2021 Lorenzo Fortuna realizza un suo grande sogno, aprire la Scuola di Pizza e Pinsa "Lorenzo Fortuna" con diversi corsi di formazione.

Nel 2021 si unisce alla famiglia ACCADEMIA PIZZA DOC.

Luca Mendozza

L’alchimista della pizza

Classe 1976, Napoletano Doc. Napoli.

Si è trasferito a Novara dove ha avviato la sua carriera nel mondo della ristorazione.

Si è appassionato alla pizza e rimboccandosi le maniche, tra un impasto non lievitato e una biga non perfetta, piano piano è migliorato sempre di più grazie alla formazione.

Ha aperto la sua prima pizzeria a Novara e lí subito si è sprigionato il sapore di Napoli.

“Rivoluzionaria ma allo stesso tempo tradizionale”, è così che viene definita la sua pizza e da questo nasce “l’alchimista”.

Durante il suo percorso formativo, ha svolto diversi corsi presso l’accademia nazionale pizza DOC. E’ qui che ha compreso di voler trasmettere la sua esperienza a tutti coloro che vogliono intraprendere la professione di pizzaiolo e quindi ha abbracciato il progetto formativo dell’accademia e  divenuto  istruttore.

Luca incontra le esigenze e i gusti di ogni persona: dal più raffinato, al rustico, all’innovativo e con la sua umiltà e capacità di ascolto riesce a trasmettere le sue conoscenze ed il suo sapere.

Antonio Mazza

Classe 98, Antonio sin da adolescente è affascinato dal lavoro del pizzaiolo. Inizia durante le scuole superiori a fare il cameriere ma osservava il pizzaiolo del ristorante dove lavorava. E quindi poi è andato in una pizzeria come cameriere quando casualmente il proprietario, rimasto all’improvviso senza pizzaiolo, gli chiede di sostituirlo. Per emergenza si mette dietro al forno e inizia la sua avventura come pizzaiolo. Capisce che è la sua passione ed anche il lavoro che vuole fare e quindi inizia a studiare ed investire nella formazione sulle diverse tecniche di impasti e tipologie di pizza. 

Ha frequentato diverse scuole tra cui l’Accademia Nozionale Pizza Doc dove ha seguito i corsi con i vari maestri come Bonetta, Lioniello sino a fare il Master Istruttore nel 2020 e oggi è uno dei nostri istruttori e punto di riferimento per i corsi in Calabria.

Inoltre ha partecipato a numerose competizioni posizionandosi sui podi per la pizza contemporanea, la pizza in pala e la pizza in teglia che sono le sue specialità.

Mauricio Dulanto

Pizzaiolo e formatore nel campo della pizza italiana. Di origine peruviano, ma da sempre attratto e appassionato della cucina italiana. Dal suo primo approccio all'arte bianca, non ha potuto interrompere lo studio e la pratica, giorno dopo giorno. Inizia la sua formazione in modo autodidatta e da diverse referenti italiani fino a trovare il team dell'Accademia Nazionale Pizza DOC, in particolare Nello Di Sevo. In quel momento decide di impegnarsi nel progetto di formazione DOC, di seguire gli insegnamenti dei maestri istruttori e i sogni del suo Presidente.

Ha fatto parte del gruppo di lavoro e dell'organizzazione di eventi nell'ambito della pizza italiana tra le 1000 e le 3000 persone; oltre ad aver partecipato a campionati a livello europeo e sudamericano come concorrente e come giudice. Nel suo paese d'origine, ha insegnato la pizza italiana in corsi personalizzati a circa di 380 persone, conduce degustazioni, eventi privati, fornisce formazione nel contesto della pizza italiana e dirige il programma di formazione DOC in formato teorico e pratico.

"Qualunque sia il mio destino, ogni giorno vivo il mio lavoro con il cuore e con la mente."

Francesco Attanasio

(PhD, MBA) - Food Scientist & Business Developer

Francesco è un tecnologo alimentare e un business developer. Nel corso delle sue esperienze professionali ho ricoperto varie posizioni: da ruoli tecnici (gestione della qualità e della produzione; ricerca e sviluppo di nuovi prodotti) a quelli commerciali. Il suo obiettivo è quello di
combinare la ricerca scientifica in campo alimentare con la tecnologia al fine creare nuove opportunità di innovazione.

Antonella Amodio

Laureata in Scienze Umanistiche, giornalista e critico enogastronomico. 

Giudice di concorsi enogastronomici. Collabora con diverse testate scrivendo di vino, cucina, pizza e ristoranti. È stata allieva di Gualtiero Marchesi col quale ha affinato le tecniche in cucina. Tra i titoli acquisiti con tante esperienze maturate nel settore, conta un master in botanica con approfondimento delle erbe aromatiche, nonché il diploma di Executive Wine Master. Runner, maratoneta e tifosa dello sport in generale. Ha percorso in lungo e largo il mondo a piedi con lo zaino sulle spalle mangiando pizze nei posti più disparati.

Alfonso Del Forno

Classe ’71, giornalista enogastronomico e appassionato gastronomo.

Fondatore di Birra Campania e co-fondatore di Enjoy Italian Way. Presidente del Consorzio Metodo Nobile.Degustatore Unionbirrai, è il referente degli UBT (Unionbirrai Beer Tasters) in Campania e Lazio.

Per Slow Food è coordinatore della Guida alle Birre d’Italia in Campania e formatore nei Master of Food Birra.

Fondatore e Presidente di Nonsologlutine Onlus, un’associazione che si occupa di gastronomia senza glutine, con la quale porta avanti progetti di valorizzazione dell’alimentazione naturalmente priva di glutine e birre senza glutine.

Relatore in eventi pubblici e privati sul cibo, la birra artigianale e l’abbinamento tra loro.

Docente e Tutor nei corsi per Unionbirrai Beer Tasters di Unionbirrai. Docente al corso professionale per Beer Sommelier organizzato da “DIEFFE – Accademia delle professioni” di Noventa Padovana (PD). Docente di gastronomia internazionale al corso post universitario Wine Business dell’Università degli Studi di Salerno.

Docente di abbinamento pizza e birra nei corsi per pizzaioli dell’Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN) e Accademia Nazionale Pizza Doc.

Giudice nei concorsi sulla birra artigianale a Birra dell’Anno e nei concorsi per Homebrewers.

Giudice nei concorsi sulla pizza al Campionato Mondiale della Pizza di Parma e Campionato Nazionale Pizza Doc nella categoria gluten free.

Giudice nei concorsi sui formaggi all’Italian Cheese Awards, Mozzarella Championship e Concours International de Lyon.

Ideatore e organizzatore del World Gluten Free Beer Award, Best Bio Beer e Hildegard Day.

Ideatore dei progetti Nonsologlutine, Scatti di Birra, Birra in Tavola e Piacevolezza.

Scrive di birra e cibo per Pizza e Pasta Italiana e Luciano Pignataro Wine blog.

Veronica Gentili

Considerata come uno dei maggiori esperti di Social Media Marketing in Italia e tra i 50 professionisti al mondo più influenti in ambito Ad Tech secondo AdTech Weekly, Veronica Gentili conta migliaia di ore di formazione e milioni di euro gestiti direttamente o supervisionati per i suoi clienti in Facebook Ads.

Con oltre 10 anni di esperienza nel settore, si certifica nel 2016  come Facebook Certified Planning Professional e nel 2020 come Facebook Certified Media Buyer, qualifiche rilasciate direttamente da Facebook a seguito di un rigoroso esame.

Consulente per AdEspresso e Hootsuite, è autrice dei  4 libri best seller di settore “Strategie e tattiche di Facebook Marketing” (ed. Flaccovio) “Facebook Marketing Plan” (ed. Flaccovio,), La Pubblicità su Facebook e Instagram” (ed.Flaccovio), “Professione Social Media Manager” (ed. Hoepli).

Con la sola Veronica Gentili Academy ha formato oltre 8.800 professionisti.

Tra i suoi clienti La Stampa, Tradedoubler, Arena Water Instinct, Millionaire, GEDI (ex Gruppo L’Espresso), Flying Tiger Copenhagen, Diego Dalla Palma e molti altri.

Luca La Mesa

Dopo aver lavorato nel marketing di Unilever e Procter & Gamble, si è specializzato in strategie avanzate di social media marketing ed innovazioni tecnologiche.

Nel 2010 ha fondato un'agenzia specializzata nel social media marketing con grande focus al mondo dello sport e con esperienza con clienti come: AS Roma | Francesco Totti #MioCapitano, Francesca Piccinini #ConLeAzzurre (campagna più virale Twitter Italia Ottobre 2014), Campionato Mondiale Superbike SBK, Pirelli, Bulgari, FENDI, Versace, Enel, Campari, Enrico Brignano, Fiorello, Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 (CONI), Federazione Italiana Pallavolo, Internazionali BNL d'Italia, Cornetto Algida, Dove, Winner Taco, Mediaset, La7.

Membro del Cda ed Ex Presidente Ass. Procter&Gamble Alumni Italia.
Premiato da P&G Alumni Global tra i "40 under 40" più meritevoli in tutto il mondo.
Nel 2015 è stato selezionato per partecipare all'Executive Program della Singularity University presso il NASA Research Park in Silicon Valley, per lo studio delle tecnologie esponenziali che affrontano le più grandi sfide del mondo.
Successivamente è diventato Singularity University Ambassador e SingularityU Italy Investor.
Selezionato per l'Hive Global Leaders Program @HARVARD 2016.

La forte passione per l'innovazione l'ha portata negli ultimi anni a ricoprire le seguenti posizioni:

Board of Advisor per LUISS EnLabs, Mentore per Wind Business Factor(vinto per due anni di fila), Mentore per il programma Microsoft MAAC.

Docente di Marketing & Social Media presso Università in Italia e all'estero. Relatore TEDx.

Ha ideato il più grande corso in Italia di social media marketing con 12.000 studenti ed è Co-Founder di Carriere.it, la piattaforma di formazione ad alto impatto sociale e Co-Founder uFirst, l'app che ha permesso di gestire le file di molte realtà italiane durante il periodo del lockdown.

Vincitore Ecosystem Hero of the Year 2021 (categoria People Choice) del Global Startup Awards.

Nominato tra le Imprenditore dell'anno 2021 da Fortune Italia.

A giugno 2022, con Carriere.it, ha vinto il premio come "Best Knowledge Business Italiano" sul palco del WMF 2022, il più importante festival italiano sui temi del digitale e del futuro per la nostra capacità di fare formazione e generare impatto sociale.

A novembre 2022, la Social & Impact srl - Società Benefit, fondata da Luca La Mesa, è stata certificata tra le aziende "Leader della Crescita" in Italia nel 2023, dall'indagine elaborata da Il Sole 24 Ore e Statista.

A Marzo 2023, la Social & Impact srl – Società Benefit, fondata da Luca La Mesa, è stata inclusa nella settima edizione della classifica "FT 1000 Europe's Fastest Growing Companies" elaborata dal Financial Times e da Statista, tra le 1.000 aziende in più rapida crescita in Europa.

Gian Andrea Squadrilli

Gian Andrea Squadrilli sui social Jana di Italy Food Porn.

Nato a Napoli classe 1994, laureato in scienze e tecnologie alimentari, nel 2015 fonda Italy Food Porn la prima azienda di influencer marketing nel settore food d’Italia che ad oggi conta 16 regioni attive.

Nel 2020 fonda Golocious catena di ristoranti con più di 15 punti vendita all’attivo tra Italia ed estero, di cui è socio fondatore oltre che front-man.

Come Jana è stato tra i primi influencer food in Italia e ad oggi senza contare i profili social delle sue aziende, solo il suo personal brand conta tra tutte le piattaforme circa 600mila followers.

Contando anche i numeri dei profili delle sue aziende ha creato un portfolio di followers superiore ai 5 milioni. Il suo percorso gli ha permesso di acquisire conoscenze in tutto quello che riguarda i social network, marketing, branding applicati al settore della ristorazione e non solo.

Accademia Nazionale Pizza Doc
× Whatsapp